Pulizia e Manutenzione

MANUTENZIONE ORDINARIA

Per manutenzione ordinaria si intende la pulizia quotidiana del parquet.
Tale manutenzione è molto semplice e non richiede, in generale, particolari cure.

Il primo accorgimento per una corretta pulizia del parquet è la rimozione della polvere: il panno cattura polvere o l’aspirapolvere con spazzole rimuoveranno facilmente lo sporco in superficie.

Per la fase del lavaggio consigliamo di utilizzare un panno umido e ben strizzato.
Per inumidire lo straccio, oltre all’acqua, è possibile aggiungere alcune gocce di detersivo neutro per pavimenti in legno, meglio ancora se dotati di un’azione anti muffa, germi e batteri.

Da evitare, invece, prodotti aggressivi come candeggina e schiume, o prodotti generici che potrebbero danneggiare irrimediabilmente il legno.

È consigliabile infine, utilizzare sempre dei feltrini sotto le gambe di sostenimento delle sedie.

Questo tipo di accorgimenti, alternati ad una semplice lucidatura (che è possibile eseguire anche senza l’impiego di prodotti particolari), sono sufficienti a garantire igiene e conservazione nel tempo.

Pulizia e Manutenzione Parquet
Posa in opera del parquet

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Gli interventi di manutenzione straordinaria servono a ridare lucentezza al legno, nutrendolo a fondo e riparandone le micro abrasioni.

In una pavimentazione a parquet ciò che può deperire nel tempo è lo strato superiore di vernice. Generalmente la vernice tende a danneggiarsi dopo circa 6-8 anni: a quel punto si renderà necessario l’intervento di un parchettista per togliere lo strato usurato e riverniciare a nuovo il pavimento.

I trattamenti per la manutenzione straordinaria variano in base alla tipologia di finitura (cera, verniciato o ad olio).

La manutenzione straordinaria del parquet trattato a cera prevede una nuova applicazione di cera, da eseguirsi solo dopo aver pulito tutta la superficie del pavimento in legno con un panno inumidito di solvente a cera. Successivamente sarà possibile procedere con la classica lucidatura.

Se il parquet è verniciato, invece, il trattamento di pulizia straordinaria è leggermente diverso. Dopo aver passato aspirapolvere e straccio bagnato, sarà possibile rimuovere eventuali macchie non troppo profonde con l’aiuto di solventi naturali diluiti in acqua e applicati con panno ben strizzato.

Per il parquet oliato, una volta ogni tre mesi, è necessario rinnovare l’olio per nutrire e proteggere il legno, stendendo semplicemente una nuova mano del prodotto e seguendo la direzione delle venature del legno. Il trattamento a olio permette al legno di traspirare, lasciandone i pori aperti. È di conseguenza più sensibile alle macchie. Quest’ultime però, così come graffi e strisce possono, a differenza dei casi di finitura a vernice, essere trattate localmente, anche con parziali levigature, e compensate con olio di ripristino.

In ogni caso, si consiglia sempre di avvalersi del supporto di personale qualificato per procedere con tali interventi di manutenzione, specialmente per la prima e la terza tipologia di finitura.

Contattaci per qualsiasi informazione